Le Fobie Specifiche

Gli stimoli più frequentemente associati a un disturbo fobico sono:

  • gli animali, (fobia dei ragni (aracnofobia), fobia degli uccelli o fobia dei piccioni (ornitofobia), fobia degli insetti, fobia dei cani (cinofobia), fobia dei gatti (ailurofobia), fobia dei topi, ecc.
  • l’ambiente naturale (altezze, temporali, acqua, buio),
  • il sangue, le infezioni, le ferite (aghi, procedure mediche invasive),
  • alcune situazioni ( volare in aeroplano, guidare, stare nell’ascensore, stare in luoghi chiusi, ponti, ascensori, tunnel,) e altre situazioni come la paura di soffocare o vomitare.

Lo spettro delle fobie è molto ampio, tuttavia le fobie specifiche tendono a concentrarsi su un numero ristretto di situazioni o oggetti come elencato sopra. È da considerare che lo stimolo della fobia può essere ben circoscritto ma spesso la persona può avere più fobie assieme (aver paura di volare e soffrire le altezze in contemporanea).

Accanto alle fobie specifiche, è molto comune la condizione di agorafobia, nella quale la persona ha il timore di essere in un luogo in cui non è semplice trovare aiuto o sente che è difficile fuggire in un luogo sicuro ( come ad esempio, viaggiare  o trovarsi in mezzo ad una folla o in  luoghi pubblici).

Ricevi gli aggiorniamenti di Psicologia ScientificaAbbiamo sempre qualcosa di nuovo per la mente, restiamo in contatto